CONVEGNI, TAVOLE ROTONDE E DISFIDE

 

VENERDì 12 APRILE 2019

 

9.00 – 12.30, Cinema Filo, Piazza Filodrammatici, 4

Convegno “I formaggi: etica e mercato”

A cura del Consorzio Tutela Provolone Valpadana

​Lo scopo del convegno è di mettere a fuoco due importanti temi del mondo del latte: da un lato il ruolo dei prodotti di origine animale nell’alimentazione umana e la liceità degli allevamenti da latte e, dall’altro le tematiche del mercato, quali le dimensioni, le etichettature e le denominazioni di origine protette.

Tra i partecipanti figurano il prof. Giovanni Boschian, brillante antropologo dell'Università di Pisa, esperto di ecologia umana, che relazionerà in merito al ruolo dei prodotti di origine animale nello sviluppo dell’Uomo.

Il prof. Giuseppe Bertoni, già direttore dell’Istituto di Zootecnica della Facoltà  d’Agraria, Università Cattolica del S. Cuore di Piacenza ed autore del libro: "Etica e allevamento animale", parlerà dell’etica degli allevamenti da latte.

Il dr. Piercristiano Brazzale, chair of the Science and Programme Coordination Committee (SPCC), riferirà in merito alla sostenibilità della filiera lattiero casearia mondiale con particolari riferimenti alla Dichiarazione di Rotterdam.

In merito alle dimensioni del mercato mondiale del formaggio, interverrà l’apprezzato esperto francese Christophe Lafougere della Società di consulenze agroalimentari Girà.

Sulle problematica della etichettatura dei formaggi, verrà data la parola a due diverse e per certi versi alternative posizioni, illustrate rispettivamente dal dr. Errico Auricchio presidente della Belgioioso Inc. e dal dr. Cesare Baldrighi, presidente di Origin Italia, in rappresentanza di tutte le DOP casearie italiane.

Moderatore-animatore il conosciuto consulente di settore Vincenzo Bozzetti, direttore emerito della rivista IL LATTE.

A cura di Assocaseari e Consorzio Tutela Provolone Valpadana

Ingresso libero 

 

 

11.00 - 12.00, PalaCheese, Cortile Federico II

Tavola Rotonda "I formaggi nella cucina cremonese della tradizione (con il Club di territorio Touring di Cremona)" 

Introdurrà il tema oggetto dell'incontro una presentazione sintetica volta ad illustrare l'importanza che il Touring Club Italiano ha riconosciuto, fin dalla sua prima guida gastronomica (1931), ai prodotti di qualità e alla buona cucina, come fondamentali attrattori turistici di un territorio. Si entrerà quindi nel vivo parlando della produzione locale di formaggi, dal passato ai giorni nostri e del loro consumo: fin dal Cinquecento essi risultano ingrediente indispensabile per la preparazione di tanti piatti e si osserverà che Cremona, pur producendone di ottimi, non ha una vera e propria cucina del formaggio. Chiuderanno l'incontro coinvolgenti di, vagazioni poetiche, proverbi, modi di dire del dialetto cremonese.

Interverranno:

Pino Spagnulo - console regionale Touring per la Lombardia: "Turismo e buona tavola. 125 anni di impegno del Touring Club Italiano"

Carla Bertinelli Spotti - studiosa di storia della cucina: "Storia di formaggi, formaggiai e abitudini alimentari di città e campagna"

Agostino Melega e Milena Fantini - studiosi e interpreti del dialetto cremonese: "Divagazioni poetiche sul formaggio nella tradizione cremonese"

Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

16.00 - 18.00, PalaCheese, Cortile Federico II

Disfida “Cheese to cheese: gli agriturismi lombardi si sfidano”

Presso il PALACHEESE in Cortile Federico II un gruppo selezionato di aziende agricole (una decina di agriturismi) delle diverse province lombarde dà vita a un'avvincente sfida fra i tesori bianchi.

Per l'occasione viene decretato il miglior formaggio artigianale, prodotto dagli agriturismi lombardi accuratamente scelti dal giornalista esperto di tempo libero e food Giorgio Cannì, storica “penna” del Corriere della Sera. Una giuria di esperti premierà il migliore in base a tre dei principali sensi: profumo, sapore e, siccome anche l'occhio vuole la sua parte, aspetto visivo.

Gli agriturismi partecipanti: Al Marnich – Schignano (CO); Alpe del Garda – Tremosine (BS); Ca' De' Alemanni – Malagnono (CR); Cascina Selva – Ozzero (MI); Ferdy – Lenna (BG); Il Boscasso – Ruino (PV); La Betulla – Brezzo di Bedero (VA); L'Agricola – Lainate (MI); La Fattoria – Valmadrera (LC); Sciaresola – Talamona (SO)

​Ingresso libero fino a esaurimento posti

 

 

SABATO 13 APRILE 2019

 

 

10.30 - 11.30, PalaCheese, Cortile Federico II

Tavola Rotonda "Il formaggio nella cucina italiana" con l'Accademia Italiana della Cucina

L'Accademia Italiana della cucina ha dedicato il 2017 alla conoscenza del formaggio, prodotto presente uniformemente nella cucina italiana, ma rappresentato da una tipologia vastissima di prodotti diversi tra loro che si esprimono in una miriade di tradizioni e ricette proprie delle singole città e delle diverse regioni. Autori antichi e moderni si sono ispirati al formaggio (cibo di poveri, ma sempre presente sulle tavole di principi e di re, Carlo Magno, per esempio, ne era ghiottissimo!) per scrivere testi in poesia e in prosa. Si ricorderanno la descrizione che fa il Boccaccio delle montagne di formaggio parmigiano grattugiato del paese di Bengodi, oppure il tributo che Giovanni Raiberti nell'Ottocento fa al grana che, come sottolinea, è prodotto lombardo "e non parmigiano come sfacciatamente si dice", senza dimenticare le provocatorie ricette della cucina futurista.

L'incontro si concluderà proponendo le regole fondamentali per gustare il formaggio.

Interverranno

Marco Petecchi - delegato per Cremona dell'Accademia Italiana della Cucina,

Vittoriano Zanolli - autore di numerose guide ai ristoranti di Cremona e provincia: "L'impegno dell'Accademia Italiana della Cucina nel valorizzare e far conoscere le peculiarità dei formaggi e il loro uso in cucina",

Carla Bertinelli Spotti - studiosa di storia della cucina: "L'apprezzamento dei formaggi nel tempo: dalla scuola salernitana (IX sec.) a ....Colette (XX sec.)",

Annalisa Rebecchi - ricercatrice in microbiologia degli elementi dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Cremona: "Formaggi: dieci regole per servirli, gustarli e abbinarli"-

Ingresso libero fino a esaurimento posti
 


 

18.00 - 19.30, PalaCheese - Cortile Federico II 

Braccio di ferro "Formaggi impiccati contro formaggi sotterrati"

Dialogo animato tra esperti su due tradizioni opposte

Due ‘squadre’ di esperti (produttori, giornalisti, chef, gourmet, opinionisti) si affrontano in un interessante talk show, vivace e divertente ma allo stesso tempo ricco di informazioni e di spunti di riflessione. I formaggi ‘appesi’ come il Caciocavallo e quelli ‘seppelliti’ come il Fossa di Romagna saranno al centro di un duello verbale nel corso del quale verranno sostenuti da ‘tifosi’ competenti e convinti.
Per gli “Impiccati” scenderanno in lizza: Vincenzo Bozzetti (direttore emerito della rivista Il Latte), Elena Castaldo Gazzina (tecnologo del Consorzio Tutela Provolone Valpadana), Cornelio Marini (Maestro Assaggiatore ONAF) ed Elio Ragazzoni (direttore della rivista InForma edita da ONAF ).

Per i “Seppelliti” saranno in gara: Andrea Magi (affinatore e distributore), Paolo Cesaretti (funzionario della soc. Tre Valli –Cooperlat), Ugo Bonazza (Ristoratore in Brescia), Giacomo Toscani (Maestro Assaggiatore ONAF ).

Ingresso gratuito fino a esaurimento posti

DOMENICA 14 APRILE 2019

 

 

11.00 – 12.30, Spazio Comune, Piazza Stradivari

Incontro con la Scuola casearia Pandino, “65 anni con le mani nel latte”

Relatore Prof. Andrea Alquati

Al termine dell’incontro degustazione dei prodotti caseari dell’Istituto

Ingresso gratuito sino a esaurimento posti

©Formaggi e Sorrisi. Organizzazione SGP | P.Iva : 01906730369 Sito creato da Black Whale. 

FORMAGGI E SORRISI - LOGO TORRONE.png
logo salame 2019.png
formaggi e sorrisi - logo SCIOCOLA2019.p
GEMELLAGGI
ORGANIZZATORE
logo-sgp (2).jpg
PARTNER
logo EAST LOMBARDY italiano-04.jpg
EINAUDI LOGO.png
IN COLLABORAZIONE CON